Engicam T.BOARD APL

Engicam T-BOARD APL, il single board computer Intel® Apollo Lake

 

Adelsy vi presenta in anteprima T-BOARD APL, il nuovo single board computer di Engicam.

Altissime performance sempre garantite dai processori Intel, ora disponibili anche su formato 3.5″ con la piattaforma Intel® Apollo Lake.

Vi abbiamo parlato qui anche della versione Intel® Elkhart Lake  T-BOARD EHL.

Il single board computer T-BOARD APL offre prestazioni di visualizzazione ottimizzate, risoluzione elevata e accelerazione hardware multimediale aggiornata.

La scheda grafica Intel® di nona generazione (Gen9) completa in una board di soli 146 x 102 mm un computer altamente versatile, affidabile e performante.

 

T-BOARD APL racchiude tutte le funzionalità di un computer industriale, le numerose interfacce disponibili consentono di integrare ogni tipo di periferica e configurare un sistema completo.

I single board computer di Engicam si confermano tra le migliori soluzioni industriali per prestazioni e affidabilità in ogni applicazione, dall’automazione al medicale, dalla robotica ai dispositivi più evoluti di AI, intelligenza artificiale.

La dimensione compatta di 3.5″ assicura massima efficienza energetica e le temperature operative da -40° C a +85° C rendono queste board ideali per l’utilizzo anche in ambienti difficili.
TBOARD EHL applicazioni
Vediamo nel dettaglio tutti i dati tecnici di T-BOARD APL:
  • Temperatura operativa: da -40° C a +85° C
  • CPU: Intel® Apollo Lake
  • Connettività: 2x GbE, WiFi/BT, WWAN with SIM, RS232, RS485/422, CAN
  • Grafica: controller grafico Intel® 9° generazione LP, HW accellerato HEVC (L5), H.264 (L5.2), MVC (L5.1) VP8, JPEG/MJPEG
  • Memoria: on board fino a 8GB LPDDR4
T.BOARD APL
Qui puoi scaricare in anteprima la scheda prodotto:

Per avere informazioni su T-BOARD APL e tutti i prodotti Engicam puoi contattarci:

Advantech ARK-1221L

Advantech ARK-1221L, il nuovo box fanless DIN-Rail

 

Adelsy presenta il nuovo Advantech ARK-1221L, un box fanless ultra-slim nato per il sistema DIN-Rail.

Con il nuovo Intel® Atom® x6413E Quad Core Elkhart Lake, supporta fino a 32 GB di memoria DDR4-2666 per altissime prestazioni IoT. Sfrutta WISE-DeviceOn per il controllo in remoto del dispositivo, funzione fondamentale per mantenere efficienza e produttività ottimali in tempi ridotti e al minimo costo di mantenimento.

Nelle sue dimensioni ultra compatte ad ARK-1221L non manca nulla, comode e tante le porte input/output , tra le quali 2 x GbE (fino a 2500 Mbps), 2 x RS-232/422/485, 2 x USB 3.2, 2 x USB 2.0, e HDMI + DP.

Questo box fanless nasce per essere installato su barra DIN, il sistema più pratico per assemblare e configurare dispositivi industriali in spazi ridotti e funzionali. Tutte le porte e periferiche I/O sono disposte su un unico lato per accesso e installazione facili e rapidi.

Sono disponibili inoltre slot di espansione esterni come PCIe, e M.2 E key & B key, per rispondere alle esigenze di automazione in ogni campo operativo e in ogni disposizione.

 

Vediamo le caratteristiche nel dettaglio:
  • Intel Atom® x6413E Quad Core SoC turbo burst fino a 3.0 GHz
  • Sistema DIN-Rail system con porte essenziali I/O sul fronte
  • 2 x Intel GbE e 2 x RS-232/422/485
  • Gestione indipendente doppio display con 4K HDMI e 4K DP
  • 2 x USB 3.2 e 2 x USB 2.0, 1 x USB2.0 interna per hardware di sicurezza
  • 1 x M.2 2280 B key con alloggio nano SIM e 1 x M.2 2230 E key, 1 x mPCIe full-size
  • Dispositivi di archiviazione mSATA e 1 x 2.5″ SATA
  • Ampio range di alimentazione da 12V a 28V
  • Temperature operative estese da -40 a +60 °C

📰 Scarica la scheda prodotto: ARK-1221L

Adelsy e la scelta del tuo Box Fanless

 

Adelsy é partner storica di Advantech. Il nostro team ha esperienza su tutte le soluzioni box fanless industriali e sa come aiutarti a configurare il sistema perfetto per le tue esigenze.

Grazie al rapporto diretto tra azienda e progettisti possiamo sempre eseguire test personalizzati sui prodotti.

 

Per aiutarti nella valutazione delle tante configurazioni possibili puoi consultare il nostro catalogo Advantech.

Per chiarimenti e assistenza nella scelta puoi contattarci per parlare con noi delle tue esigenze e del tuo progetto.

 

Se vuoi avere notizie sui nuovi prodotti in anteprima iscriviti alla nostra newsletter.

I nuovi RECOM Half Brick 150W e 300W

Adelsy presenta i nuovi RECOM half-brick da 150W e 300W

 

RECOM propone nuovi converter DC/DC in formato half-brick da 150W e 300W. REC300H-W è disponibile con un range di input da 9V a 36V e opzioni output di 12V, 15V e 48V isolati a 3kVDC al minuto. In contemporanea è in arrivo anche REC150H-UW da 150W, con un range di input ultra ampio, da 9V a 75V, e voltaggio output a cui si aggiungono anche 28V e 54V per soddisfare le esigenze di strumenti e sistemi aerospaziali e applicazioni PoE (Power over Ethernet), isolati a 2.5kVDC al minuto.

 

Entrambi REC300H-W e REC150H-UW sono regolati e protetti da il sotto-voltaggio input, cortocircuito, sovraccarico in uscita e sovravoltaggio. Gli output sono regolabili con tolleranza del +/-10% e possibilità di tele-rilevamento, disponibile anche per gli input.

Ogni componente dei nuovi converter DC/DC è perfettamente isolato e opera alla massima efficienza sia al minimo che al massimo carico, con temperature operative da -40°C a +105°C per lavorare anche in condizioni ambientali estreme. Con filtri esterni è possibile soddisfare le specifiche di Classe A e B EMC, ovvero di compatibilità elettromagnetica in tutti gli ambienti, inclusi gli ambienti domestici collegati alla rete di alimentazione elettrica pubblica a bassa tensione.

 

Il formato standard half-brick è compatto e pratico, 57.9x6mm per 12.7mm di spessore inclusa la piastra di raffreddamento. Le connessioni pin su fori passanti di REC300H-W e REC150H-UW sono disposte secondo lo standard, perfettamente compatibili in sostituzione a prodotti obsoleti o dismessi dal mercato, consentendo un upgrade tecnologico a costi contenuti.

Questi half-brick DC/DC RECOM sono ideali per ogni applicazione che possa sfruttare l’ampio range di voltaggio in entrata e in uscita, come ad esempio nel campo delle telecomunicazioni, produzione industriale, aerospaziale e PoE.

 

Vediamoli più  nel dettaglio:
  • 150W DC/DC Converter in formato half-brick
  • 9-75VDC range di input ultra-ampio
  • Isolamento 2.5kVDC/1 minuto
  • Efficienza fino all’ 89.5%
  • Temperatura operativa da -40°C a +110°C
  • Pienamente protetto con UVLO, SCP, OVP e OLP

📰 Scarica la scheda prodotto: REC150H-UW

  • 300W DC/DC Converter in formato half-brick
  • 9-36VDC range di input ampio
  • Isolamento 3kVDC/1 minuto
  • Pienamente protetto con UVLO, SCP, OVP e OLP

📰 Scarica la scheda prodotto: REC300H-W

Adelsy e RECOM possono proporti una gamma ampissima di converter DC/DC selezionabili per voltaggio e caratteristiche specifiche.

Abbiamo il prodotto giusto per ogni esigenza di alimentazione, puoi contattarci per parlarne con noi e iscriverti alla nostra newsletter per avere anteprime sui nuovi prodotti.

ADAM Advantech, l’I/O remoto

Da oltre 30 anni i moduli ADAM Advantech sono i dispositivi di acquisizione dati I/Oinput-output – da remoto più diffusi nell’industria.

La serie ADAM-4000/4100 📰, include il Modbus I/O RS-485 con usb per configurazione e diagnosi semplificate. Ugualmente pratiche le serie ADAM-6000/6200 📰, che comprendono moduli I/O Ethernet per applicazioni IoT, con interfacce SNMP, MQTT, RESTful API, Web Service, e Azure/AWS. ADAM-6300 📰 in più include innovativi OPC UA I/O con caratteristiche di sicurezza e crittografia. La serie ADAM-5000 📰 invece è un sistema modulare di I/O che offre sia opzioni RS-485/Ethernet che controller KW/CoDeSys SoftLogic.

ADAM SERIES
Come scegliere il giusto I/O remoto per le tue applicazioni?

I dati sono il fondamento di tutti i processi industriali. Senza dati, la loro visualizzazione e calcolo, non è possibile analizzare il lavoro in opera. I moduli di controllo input-output remoto assicurano il funzionamento dei dispositivi e forniscono dati sui loro andamenti, ottimizzando la produttività.

Vediamo insieme tutti i vantaggi degli ADAM Advantech, le interfacce e le funzioni di input-output da valutare nella scelta.

 

Qual è la differenza tra I/O remoto e I/O locale?

Un modulo di I/O remoto solitamente è installato a distanza dal controller (PLC/PC) e in prossimità di sensori o attuatori per ottenere dati e inviare comandi di controllo.

L’I/O locale fa riferimento a moduli installati nello stesso quadro e direttamente connessi al backplane del PLC, cards PCI/PCIE installate su PC, o moduli USB. I vantaggi dell’I/O locale sono l’alta velocità e densità dei canali.

 

Quando preferire l’I/O remoto?

I moduli di I/O remoto sono preferibili in molte circostanze:

  • I sensori o attuatori sono dislocati in posti diversi e non è possibile configurare un set di controller in ogni punto, sarebbe costoso e non efficiente.
  • La distanza tra i controller e i sensori/attuatori è grande, e il segnale ne risulterebbe disturbato e con molti errori.

È facile quindi comprendere come i dispositivi ADAM di remote I/O possano risolvere i problemi di cablaggio, costi e tempo.

Inoltre la frequenza di I/O varia considerevolmente da caso a caso di applicazione, ad esempio:

  • Monitoraggio della struttura: i dispositivi che necessitano di monitoraggio della struttura spesso funzionano ad un ciclo I/O lento di 100ms~1,000ms, puoi scegliere un I/O remoto adatto a questo ciclo a frequenza più bassa.
  • Automazione e controllo robotico: in questo scenario è richiesto un ciclo ad alta velocità per avere la necessaria risposta in tempo reale. Di solito è richiesto un fieldbus per assicurare e determinare i tempi esatti. Ad esempio l’I/O remoto per l’automazione e controllo di un intero processo di fabrica richiede un ciclo di 1ms, mentre l’I/O remoto per il controllo di movimento e robotico di una singola macchina chiede cicli di controllo di almeno 100 µs.
Determinare l’interfaccia fisica di I/O remoto

Le interfacce fisiche di i/O remoto più comuni sono RS-485, Ethernet, Wireless e CAN, ognuna ha i suoi pro e contro:

  • RS-485: l’interfaccia RS-485 copre una distanza di trasmissione maggiore ad un costo più basso di quella Ethernet, ma la velocità di trasmissione è più bassa. Il numero di device che si possono connettere è limitato. I dati da un’interfaccia RS-485 devono passare dal gateway prima di essere trasmessi al cloud.
  • Ethernet: l’interfaccia Ethernet è veloce e può connettere molti dispositivi contemporaneamente. I dati raccolti dall’Ethernet sono trasmessi direttamente al cloud tramite diversi protocolli di comunicazione.
  • Wireless (LPWAN/LoRaWAN/WiFi/NB-IoT): le interfacce wireless possono essere usate con la massima flessibilità ovunque non sia possibile cablare. Applicazioni di IoT industriali e trasporti utilizzano connessioni wireless per coprire lunghe distanze con trasmissioni a bassa potenza.
  • CAN: l’interfaccia CAN è la più economica e funziona con semplice cablaggio. Non risente di interferenze ed è ampiamente impiegata in ambiente telematico.

 

Interfaccia RS-485 Ethernet Wireless CAN
Velocità Media Veloce Lenta Media
Distanza Media Corta Lunga Lunga
Numero di dispositivi connessi Pochi Molti Molti Pochi
Stabilità Stabile Stabile Meno stabile Stabile

Tra i tanti fattori è fondamentale determinare le funzioni necessarie al dispositivo di I/O remoto in rapporto ai tipi di sensore e attuatori utilizzati e alle necessità dell’applicazione stessa. Input e Output possono essere analogici o digitali e spaziare tra tipologie diversissime di dati trasmessi e raccolti.

Adelsy, grazie alla partnership con Advantech, può fornirti consulenza e supporto in ogni tuo progetto.

Per il monitoraggio dei processi e dell’ambiente di produzione valutiamo attentamente costi di sviluppo, mantenimento e prevenzione di eventuali problemi.
Possiamo scegliere il modulo ADAM giusto, con la giusta interfaccia di comunicazione, protocolli e funzioni specifiche.

Per qualsiasi informazione contattaci.

Engicam e Intel x86

Adelsy vi presenta i prodotti Engicam x86

Engicam propone un’intera gamma di prodotti basati su architettura Intel® x86, che supportano i moderni sistemi operativi a 64 bit.

I campi di applicazione sono potenzialmente infiniti, dall’uso industriale all’intelligenza artificiale AI e IoT.

Disponibili single board computer e moduli su standard SOM e Com-Express, vediamo insieme tutte le proposte a catalogo:

T.BOARD EHL
T.BOARD EHL

T.BOARD EHL è un single board computer da 3.5″ ad alte performance, basato sui processori della serie Intel ® ATOM x6000E.

Ne abbiamo parlato approfonditamente qui, leggi l’articolo per tutti i dettagli.

SmarCore EHL
SmarCore EHL

Il nuovo modulo Engicam su standard SMARC si basa sul processore Intel® Elkhart Lake ATOM® x6000E (Pentium® e Celeron®).
SmarCore EHL è concepito per raggiungere nuovi livelli di performance grafiche e di CPU e integra funzioni IoT garantendo esecuzione in tempo reale, facile gestione, protezione e sicurezza.

Ne abbiamo parlato qui, leggi l’articolo per saperne di più.

SmarCore APL
SmarCore APL

SmarCore APL-x86 è un modulo SOM basato sui processori Intel® Atom™, Celeron®, e Pentium® (Apollo Lake) a bassa potenza. Su pinout standard SMARC.

COMe 10M-EHL
COMe 10M-EHL

COMe 10M-EHL, su standard COM Express® Mini type 10, è ideale per applicazioni IoT in tempo reale.

Basato sui processori Intel® Elkhart Lake serie Atom x6000E, Pentium e Celeron. Performance grafiche e CPU sono integrate con caratteristiche nate per l’IoT, interazione in real-time e gestione della sicurezza.

COMe 6C-TGL
COMe TGL Engicam

COMe 6C-TGL si basa su COM Express® Compact type 6, ed è una potente piattaforma grafica.

Coni processori Intel® Tiger Lake e grafica Intel® Iris® Xe questa piattaforma offre tempi di elaborazione fino a 2.95 volte più veloci. Il modulo combina una CPU ad alte prestazioni, più veloce fino al 23% in single thread e fino al 19% in multi-thread rispetto alla generazione precedente di processori.

Per tutti i dettagli puoi leggere il nostro articolo qui.

Intel Partner Gold

Engicam è partner Intel Gold e partner Adelsy, insieme possiamo offrirvi le migliori soluzioni embedded studiate sulle vostre esigenze.

Potete richiederci starter kit e assistenza fin dalle fasi iniziali di progetto, vi aiuteremo a configurare ogni elemento per ottenere il massimo delle performance.

Per avere informazioni su tutti i prodotti Engicam contattateci.

Caricatori per veicoli elettrici

RECOM e Adelsy per la mobilità elettrica

Vi abbiamo da poco parlato di e-mobility e delle soluzioni RECOM per i veicoli elettrici. La diffusione esponenziale di alternative sostenibili per l’ambiente richiede infrastrutture e servizi sempre più estesi. Le stazioni di ricarica devono essere ben distribuite e sempre fruibili, collocate in punti strategici per la mobilità cittadina.

Approfondiamo qui l’argomento sui caricatori per veicoli elettrici (EV), gli EV charger, e nello specifico le caratteristiche richieste per i converter AC/DC e DC/DC low-power, a bassa potenza.

L’intero settore tecnologico degli alimentatori è in piena innovazione e la richiesta si espande su tutta la gamma di potenza.

Confronto annuo mese-su-mese delle vendite globali di veicoli elettrici
Veicoli elettrici 2022

La diffusione di veicoli elettrici in tutte le forme, dall’auto al monopattino, è decollata nel 2021 con oltre 6.75 milioni di unità vendute su scala globale.
Un incremento del 108% sulle vendite del 2020.
Fonte www.ev-volumes.com.

La spinta a questa impennata di vendite arriva da molteplici direzioni, dalla maggior sensibilità alle tematiche ambientali, alla crescita vertiginosa dei costi del carburante, fino alle strette governative per la riduzione delle emissioni di CO2.

Ad esempio, dal 2022 nel Regno Unito è obbligo di legge dotare ogni nuova costruzione di parcheggio con colonnina o wallbox di ricarica. In molti stati europei si lavora per mettere progressivamente al bando la vendita di veicoli alimentati unicamente a carburante entro il 2040. Le stazioni di ricarica elettrica pubbliche comprenderanno sempre nuove funzionalità con l’avanzare della loro diffusione. Per esempio in Germania, da giugno 2023, tutte le postazioni dovranno obbligatoriamente essere munite di lettori di carte di pagamento per facilitare al massimo le operazioni.

Tutti i caricatori poi, dai più semplici e lenti AC monofase domestici per ricariche a bordo, ai DC ultra-veloci a 800V o oltre, alimentati da AC trifase, possono essere dotati di multipli processori e interfacce per il controllo della potenza e delle funzionalità di sicurezza, così come di connettività cloud per report e fatturazione.

 

Caricatori e unità di potenza ausiliaria 

Tutti i caricatori DC necessitano di unità di potenza ausiliaria. Anche se i principali converter multi-potenza possono essere in grado di generare basse potenze, ad esempio con ventilazione dell’induttore, la funzione rimane di difficile controllo per diverse ragioni. Ad esempio, quando scarico, il principale converter DC del charger opera con scarsa efficienza e causa perdite di potenza sostanziali. Quindi, per mantenere un minimo di carica in standby, è preferibile un converter AC/DC a bassa potenza, con il converter principale disabilitato. I converter AC/DC a bassa potenza sono progettati per essere efficienti al massimo al livello operativo indicato. Avendo un’alimentazione indipendente, l’avvio e lo spegnimento del converter principale è molto più sicuro e controllabile. Avere AC/DC converter a bassa potenza separati consente anche di avere linee di ritorno DC separate per le diverse parti del sistema, questo aiuta a evitare loop di massa, problemi di compatibilità elettromagnetica o di sicurezza con le interfacce. Ovviamente i converter AC/DC ausiliari possono essere accompagnati da converter DC/DC isolati o non-isolati per generare qualsiasi voltaggio di “punto di carico” con le loro specifiche regolazioni.

 

Caricatori per ambienti difficili 

AC/DC e DC/DC convert ausiliari nei caricatori per veicoli elettrici devono sostenere particolari sfide ambientali e un lungo ciclo di vita, rimanendo pienamente stabili e affidabili. Devono soddisfare standard industriali e standard specifici per questo tipo di charger, come l’EN 61851-23 per “sistema conduttivo di carica dei veicoli elettrici, stazioni di carica DC”.

Gli standard coprono molte specifiche, ma quest’ultimo in particolare, ad esempio, precisa che l’alimentazione del caricatore per veicoli elettrici deve essere conforme alla categoria di sovravoltaggio (OVC) III o IV. Questo significa che la maggior parte dei converter AC/DC industriali non va bene per gli EV charger, essendo tipicamente di categoria II per la maggior parte dei casi.
La categoria OVC si riferisce ai transienti che potrebbero verificarsi in caso, ad esempio, di fulmini. Vediamo un riassunto nella tabella della OVC associata al voltaggio richiesto per lo standard IEC 60664-1.

OVC

Nell’installazione di un caricatore per veicoli elettrici, specialmente se pubblico, se l’ambiente è OVC di grado IV ci si aspetta che un SPD sia posizionato per ridurre l’OVC al III e fornire un rail AC per il converter di potenza principale. Non è sempre garantito che un altro rail AC sia disponibile con un ulteriore SPD per la classe II, quindi qualsiasi AC/DC ausiliario dovrà essere resistente a transienti di classe III. Esiste anche una relazione tra la distanza di sicurezza richiesta in ogni apparecchiatura per il sovravoltaggio e l‘altitudine. Non è richiesta correzione fino a 2000m, ma la distanza aumenta progressivamente ad un certo livello di altitudine, ad esempio di x1.48 a 5000m. Questo è un fattore che spesso viene trascurato, pur esistendo grandi città  oltre i 2000 metri dal livello del mare, che quindi necessitano di un adeguato calcolo.

 

Standard di sicurezza per fornitore ausiliarie dei veicoli elettrici

La corrente versione di EN 61851-23:2014 ancora fa riferimento a EN 60950-1 come standard di sicurezza, anche se questo standard è diventato obsoleto alla fine del 2020 ed è stato sostituito da EN 62368-1, che è accettato per le applicazioni su veicoli mobili. È importante verificare sempre i requisiti, ad esempio EN 61851-1 richiede che i transformer isolanti di sicurezza rispondano a loro volta allo standard IEC 61558-1.
Gli AC/DC già certificati IEC 61558-1 sono la scelta migliore, così come tutti gli alimentatori  con certificazione IEC/EN 60335-1, in particolare per caricatori con output massimo di 120VDC per auto ibride o scooter con batterie da 48V o 72V.
Il voltaggio AC per i DC charger dipenderà anche dalla collocazione, che sia un fase-singola domestico da 115/230VAC oppure un trifase da 400VAC o 480VAC.

Gli AC/DC ausiliari trifase saranno tipicamente connessi da fase a neutro, il che richiede un’operazione da 277VAC nominali in sistemi da 480VAC, anche se alcuni AC/DC a bassa potenza possono operare in sistemi fase-a-fase al massimo voltaggio di 480VAC “delta”, fino a 528VAC.

 

L’ambiente fisico dei caricatori EV

EN 61851-23 afferma che l’ambiente specifico per DC EV charger deve essere a minimo inquinamento conduttivo, grado 3 per uso esterno e grado 2 per uso indoor, ad eccezione di aree industriali dove si mantiene a grado 3. Il grado di inquinamento 3 è così definito: “Inquinamento conduttivo o inquinamento asciutto non conduttivo, che diventa conduttivo per la formazione di condensa”, in sostanza significa che tutte le parti elettroniche devono essere rivestite e incapsulate o avere grandi distanze di isolamento per evitare malfunzionamenti e crolli del voltaggio se l’area circostante è umida, sporca o polverosa, come tipicamente può essere un garage o un’area parcheggio all’aperto.

Il rating termico di un caricatore per veicoli elettrici deve anche sopportare condizioni climatiche molto rigide, come temperature sotto lo 0 o sopra i 60°C o oltre in installazioni all’esterno sotto pieno sole. Tipicamente range di temperature operative di un AC/DC industriale varia da -40°c a +85°C.

RAC05-K/
Le proposte di RECOM e Adelsy

Comprendiamo quanto sia difficile orientarsi nella complessità di così tanti requisiti richiesti per un EV charger, proprio per questo, assieme al nostro partner RECOM, siamo qui per aiutarti nella scelta dei prodotti migliori e certificati per questo specifico uso.

La serie RAC di RECOM include moduli compatti da 3W a 40W ideali per ambienti ad alto inquinamento. Oltre allo standard range di input da 85–264VAC, RECOM produce varianti da 305VAC per 277VAC nominali, o moduli come RAC05-K/480 con tensione input fino a 528VAC.
Tutti questi conveter sono resistenti a temperature da -40°C ad almeno +80°C e sono disponibili con OVC III come standard o come opzione richiedibile.

Le certificazioni di sicurezza dei moduli RECOM comprendono sempre IEC/EN 62368-1 e in casi specifici anche IEC/EN 61558 o EN 60335-1 per uso domestico o IEC/EN 60601-1 per uso medicale.

Dai moduli AC/DC ausiliari a converter DC/DC di uso generico, Adelsy ha la soluzione giusta per ogni uso e ogni campo d’applicazione.

Per qualsiasi richiesta o informazione contattaci, ti aiuteremo a valutare la scelta migliore.

Alimentatori RECOM per la E-Mobility

RECOM per la mobilità elettrica

 

Adelsy e RECOM guardano al futuro della mobilità e alle soluzioni elettrichee-mobility, con un occhio alla sostenibilità ambientale e alla riduzione dei costi di rifornimento e di gestione.
Le-mobility è un settore  in pieno sviluppo e con grandissime potenzialità, che nei prossimi anni rivoluzionerà il nostro modo di pensare i mezzi di spostamento. Auto elettriche, ma anche biciclette e monopattini elettrici, si stanno diffondendo nelle nostre città e richiedono una solida infrastruttura di stazioni di ricarica e manutenzione.

RECOM presenta un’intera gamma di converter DC/DC specifica per le applicazioni di e-mobility, alimentatori ausiliari isolati per le batterie di trazione.
La serie RMOD500-W è sviluppata su caratteristiche di compattezza, risparmio e compatibilità con il grado di protezione IP67, ovvero resistenza a polvere e acqua in ambienti esterni. Converter DC/DC completamente sigillati per prevenire l’infiltrazione di umidità e polvere nei suoi componenti, inclusi i connettori, e quindi installabili anche in zone non protette del veicolo.

RMOD500-W è una serie di robusti moduli plug & play da 500 Watt, che generano V-out isolati di 12,4 / 13,7 / 24,5VDC a basso voltaggio, specifico per le batterie di trazione. L’ampio range di uscita, da 32V a 96V copre la portata delle batterie più comuni per veicoli elettrici, da 48V e 80V.
Grazie alla costruzione resistente all’acqua e alla polvere questi moduli possono essere direttamente connessi meccanicamente e termicamente allo chassis, in qualsiasi zona del veicolo si trovi, ed essere operativi e affidabili anche nell condizioni climatiche più avverse.

 

Vediamone i dettagli:
  • Ampio range di voltaggio input, da 32 a 96VDC
  • Conforme al grado di protezione IP67 contro acqua e polvere, solido e affidabile
  • Temperatura operativa da -40°C a +90°C
  • Protezioni: protezione da inversione di polarità all’ingresso, Input UVLO, Output OCP, SCP, OVP, OTP
  • Capacità di funzionamento in parallelo
  • Funzione di controllo ON/OFF

La serie RMOD500-W è progettata per un’installazione facilitata plug-and-play con connettori standard e misura 198 x 113 x 45mm, connettori inclusi.
Le funzionalità di protezione rendono questi converter DC/DC rugged, quindi resistenti anche a condizioni estreme, protetti da inversione di polarità all’ingresso e da sottovoltaggio, protetti da sovratemperatura, sovracorrente, cortocircuito e sovravoltaggio in uscita.
Tutta la serie RMOD500-W soddisfa gli standard EMC per la compatibilità elettromagnetica, per resistenza a radiazioni, shock e vibrazioni, shock termici, resistenza all’umidità – anche salina, impermeabilità ad acqua e polvere e per la sicurezza dei componenti.

Le soluzioni Adelsy per l’e-mobility

Adelsy può fornirti ogni componente per realizzare stazioni di ricarica, dagli alimentatori alle soluzioni di visualizzazione.

Per approfondire l’argomento puoi leggere l’articolo qui e scaricare la brochure completa aggiornata:

Adelsy e RECOM

Adelsy, grazie alla partnership con Recom, può darti informazioni in anteprima e consigliarti la soluzione migliore per ogni tuo progetto.
Contattaci per parlarne insieme a noi.

L’Edge Intelligence di Advantech

Adelsy presenta le novità Advantech Edge Intelligence

 

Edge Intelligence – l’intelligenza artificiale al top delle sue performance – è la missione di Advantech. Le nuove soluzioni con NVIDIA® Jetson e RTX, le piattaforme e schede video NVIDIA® per macchine autonome e applicazioni integrate, danno il loro meglio nelle applicazioni di AI intelligenza artificiale.

Dimensioni contenute e alte prestazioni, software accelerato, sensori, servizi e pacchetti per lo sviluppo, efficienza energetica e tutto quello di cui di cui abbiamo bisogno per creare macchine intelligenti perfette.

Per l’industria, trasporti, logistica, vendita al dettaglio e impianti smart city, ovunque serva un automatismo intelligente e interattivo e trasmissione dati in tempo reale, l’edge intelligence  Advantech ha una soluzione.

Utilizzare tecnologie Edge consente di creare in autonomia interfacce uomo-macchina al massimo l’efficienza, in sicurezza e contenendo i costi di progetto.

 

applicazioni advantech
Cosa può fare Adelsy per i tuoi progetti edge?

 

Adelsy é specializzata nell’assemblaggio di PC industriali, grazie alla partnership con Advantech abbiamo accesso diretto a tutte le novità e le soluzioni mirate per configurare il tuo PC su progetto personalizzato.

Puoi trovare qui un approfondimento sul sistema avanzato EI-52, uno dei box fanless Advantech sviluppato per la edge intelligence.

 

Nel catalogo Advantech:
PC compatti
PC Industriali compatti

Advantech propone una serie di Box Fanless equipaggiati con NVIDIA Jetson, sistemi edge compatti, pronti per l’uso e completamente integrabili fra loro.

IOT compatti
AIR-500D
PC Industriali alte performance

I sistemi Adavantech ad alte performance, grazie alle schede video NVIDIA® RTX, nascono per dare il meglio nelle applicazioni di machine learning.

IOT Alte Performance
Accelleration Cards
Edge AI Moduli di accelerazione

La serie VEGA-300 include moduli a basso consumo plug-in che accelerano le performance AI.

IOT Moduli

Consulta il nostro catalogo Advantech e contattaci per parlare con noi delle tue esigenze, valuteremo insieme prodotti e configurazioni.

 

Per infomazioni in anteprima e rimanere sempre aggiornato sulle novità, iscriviti alla nostra newsletter.

Le Cover Lens

Cosa sono le Cover Lens e perché sceglierle?

 

Le cover lens sono un vetro sottile che si sovrappone all’LCD e lo incornicia, creando non solo una finitura estetica, ma anche facilitando il montaggio e garantendo protezione da graffi, urti, polvere e molto altro.

Unite all’LCD TFT creano un modulo esteticamente e funzionalmente perfetto.

Nel caso di LCD con touch screen P-Cap, la cover lens, il sensore touch P-Cap e il modulo LCD TFT si uniscono insieme in un unico blocco meccanicamente solidale.
Una scelta quindi non solo bella da vedere, ma anche e soprattutto pratica e migliorativa sotto ogni punto di vista.

 

Esigenze particolari? Creiamo una cover lens personalizzata.
Cover Lens Custom

La cover lens è l’elemento che consente di cambiare l’aspetto di un display, adattandolo e coordinandolo perfettamente al design di un progetto.

Per soddisfare ogni esigenza d’applicazione e di finitura estetica, è possibile richiedere una cover lens custom, ovvero personalizzata.

Adelsy può seguire il vostro progetto custom, personalizzando la cover lens per forme, colori, loghi e altro su vostra specifica esigenza.

L’aspetto non è l’unico elemento personalizzabile. Anche spessore, resistenza, trattamenti di superficie sono elementi fondamentali nel determinare le caratteristiche d’uso di un LCD e che saranno valutati nel vostro progetto custom.

Per i dettagli sulle cover lens custom trovate QUI informazioni e le istruzioni per sviluppare con noi le vostre idee.

 

Qui potete scaricare il fascicolo informativo completo:
Cover Lens, valutiamo tutte le caratteristiche:

 

Che siano standard o custom, al momento della scelta di un LCD con cover lens dobbiamo valutarne le caratteristiche più idonee alle nostre necessità.

  • Spessore: Lo spessore del vetro può essere scelto in base alle esigenze meccaniche e di protezione. Gli spessori più utilizzati vanno generalmente da 0,55 mm a 4 mm.
  • Sicurezza: Importantissimo l’aspetto della sicurezza. Il vetro può essere rinforzato chimicamente o temprato termicamente. Entrambi i trattamenti aumentano la resistenza ad urti e graffi e, in caso di rottura, scompongono il vetro in frammenti più sicuri da maneggiare ed eliminare rispetto alle schegge taglienti di un vetro non trattato.
  • Sensibilità del touch screen: la cover lens perfetta non deve alterare la sensibilità e il funzionamento del touch screen. Questo è reso possibile dall’ottimizzazione del firmware utilizzato sul controller del sensore P-CAP opportunamente calibrato sul vetro utilizzato. Ad esempio in molti ambienti, come quello medico o della ristorazione, gli LCD sono utilizzati con guanti protettivi. In altre condizioni invece sono soggetti a schizzi d’acqua o utilizzati con le mani bagnate. Questi usi sono resi possibili dal perfetto fine-tuning  operato dal fornitore in fase di progettazione.
Cover Lens touch screen
  • Tipo di bonding: la cover lens è comunemente fissata al modulo LCD tramite tape bonding, con un sottile nastro bi-adesivo. In alternativa può essere fissata con optical bonding, OCL, ovvero una resina liquida che unisce uniformemente cover lens, pannello touch e LCD insieme eliminando lo spazio tra gli elementi.
    L’optical-bonding ha molti vantaggi:

    • aumenta la resistenza della cover lens,
    • aumenta la leggibilità grazie all’aderenza perfetta di lente e LCD,
    • impedisce la formazione di condensa tra gli spazi o il deposito di polvere e sporcizia.
  • Trattamenti: è possibile valutare e scegliere i trattamenti necessari alle particolari esigenze d’uso.
    • Anti-riflesso: riduce il riflesso sulla superficie dei display grazie ad una particolare patina applicata nel giusto spessore.
    • Anti-glare: riduce i bagliori intensi creando una texture ruvida impercettibile che li annulla.
    • Anti-impronta: previene le macchie da impronte digitali e le loro sbavature con uno specifico trattamento che respinge le sostanze oleose.
    • Polarizzazione, trattamento anti-UV e anti-infrarossi: assieme ai trattamenti anti-riflesso e anti-bagliore sono una finitura indispensabile nel caso di utilizzo in ambienti esterni ed esposizione a fonti di luce diretta, sia per garantire la perfetta leggibilità del display in ogni condizione, sia per renderlo resistente all’usura dei raggi solari e altre intemperie.
Adelsy vi aiuta a valutare e scegliere la cover lens giusta.

 

Per valutare le vostre esigenze di progetto assieme alle caratteristiche sopra elencate, potete consultare il nostro catalogo.
Per assicurarvi la giusta scelta di tutti i dettagli potete contattarci.

Il team Adelsy ha tutte le competenze per consigliarvi e scegliere con voi e per voi la cover lens giusta sul giusto display.

Engicam T.BOARD EHL

T-BOARD EHL, il nuovo single board computer di Engicam

 

Il nuovo single board computer da 3.5″ di Engicam si chiama T-BOARD EHL ed è già disponibile  a catalogo.

Altissime performance assicurate dai processori Intel® Elkhart Lake ATOM serie x6000E, scheda grafica Intel® di undicesima generazione e tutta la versatilità di un computer racchiusa in 146 x 102 mm.

T-BOARD EHL offre su un’unica board tutte le funzionalità di un computer industriale.
Numerose interfacce per ogni tipo di periferica consentono di configurare un sistema completo, integrabile in sistemi ad ogni livello di complessità.

Questo single board computer Engicam dà il meglio in termini di prestazioni e affidabilità in ogni campo d’applicazione, dall’automazione industriale ai dispositivi elettromedicali e di intelligenza artificiale.

Le dimensioni compatte garantiscono massima efficienza energetica e le temperature operative da -40° C a +85° C rendono la board ideale per applicazioni in ambienti gravosi.
TBOARD EHL applicazioni
Vediamo nel dettaglio tutti i dati tecnici di T-BOARD EHL:
T.BOARD EHL
  • Temperatura operativa: da -40° C a +85° C
  • CPU: Intel® Elkhart Lake
  • Connettività: 2x GbE, WiFi/BT, WWAN with SIM, RS232, RS485/422, CAN
  • Grafica: controller grafico Intel® 11° generazione LP, conforme directX 12.1, OpenGL supportato
  • Memoria: modulo SODIMM fino a 32GB DDR4
T.BOARD EHL
Qui puoi scaricare in anteprima la scheda prodotto:

Per avere informazioni su T-BOARD EHL e tutti i prodotti Engicam puoi contattarci: