Statistiche web

Igienizzare display e dispositivi touch

Come igienizzare i dispositivi per una corretta prevenzione del contagio da Coronavirus?

L’emergenza COVID-19 ha imposto a ogni individuo nuove abitudini e maggiori attenzioni igieniche nella vita quotidiana.
Dall’igiene personale alle procedure di sanitizzazione degli spazi condivisi e delle aree pubbliche, è chiaro a tutti quanto sia importante muoversi in un ambiente sicuro per limitare al massimo il rischio di contagio.

Oltre all’uso dei dispositivi di protezione personale, al rispetto delle distanze di sicurezza e delle norme di buon senso, per evitare la trasmissione del virus da persona a persona, è importante evitare il contatto con superfici contaminate.

Toccare involontariamente bocca, naso o occhi, è un grave fattore di rischio, è quindi indispensabile mantenere igienizzati gli oggetti che ci circondano e gli stumenti di lavoro.

Altrettanto importante è assicurarsi di seguire le corrette operazioni per sanitizzare in modo efficace e senza danneggiare i dispositivi.

Ecco alcuni consigli su come igienizzare touch screen e display, con prodotti e procedure sicuri, in pochi passaggi di routine fondamentali per prevenire il contagio:

1. Precauzioni

  • Assicurarsi che tutte le porte delle periferiche I/O siano chiuse.
  • Assicurarsi che le batterie siano inserite correttamente.
  • Assicurarsi che i dispositivi non siano in funzione nè tantomeno attaccati alla corrente elettrica.

2. Materiale necessario

  • Alcol, preferibilmente isopropilico al 70%.
  • Erogatore spray, per distribuire la soluzione igienizzante in uno strato uniforme.
  • Carta per uso industriale, resistente quando inumidita, non lascia pelucchi o altri residui.
  • Guanti monouso e mascherina, per evitare ogni contatto con le superfici.

 

Igienizzare

3. Pulizia

  • Spruzzare il dispositivo da ogni direzione e asciugare con la carta, prestando particolare attenzione a bordi e angoli.
  • Non riutilizzare la carta per pulizie successive o altro.
  • Lasciare il dispositivo spento almeno mezz’ora prima dell’utilizzo per consentire ai residui di alcol di evaporare.
  • Rimuovere con cautela mascherina e guanti, gettare insieme alla carta utilizzata in un apposito contenitore per rifiuti sanitari.

 

Rifiuti sanitari

Scarica le indicazioni in PDF:

Per saperne di più contattaci.

Touch, in sicurezza.

Il decreto del Presidente del Consiglio dell’11 marzo 2020, approfondendo i decreti precedenti, definisce ulteriori misure in materia di contenimento e gestione dell’emergenza epidemiologica da COVID-19.

In accordo con il Governo, il 14 marzo sindacati e imprese hanno firmato un protocollo sulla tutela della sicurezza e salute dei lavoratori in ambiente di lavoro, indicante misure fondamentali per la prevenzione del contagio da Coronavirus.

Nello specifico, per quanto riguarda le precauzioni igieniche personali, è obbligatorio che tutti i presenti in azienda adottino particolare attenzione alla detersione delle mani con prodotti igienizzanti idonei e frequenti lavaggi con acqua e sapone.

Qualora l’attività lavorativa preveda la condivisione di spazi e oggetti è necessario l’utilizzo delle mascherine e di altri dispositivi di protezione: guanti, occhiali, tute, cuffie, camici e altri eventuali, conformi alle disposizioni delle autorità scientifiche e sanitarie.

In particolare, per quanto riguarda l’utilizzo dei guanti, l’Istituto Superiore di Sanità ne ha ribadito la necessità in alcuni contesti lavorativi, come ad esempio personale addetto alla pulizia, alla ristorazione o al commercio di alimenti.

Assolutamente indispensabili nel caso di assistenza ospedaliera o domiciliare ai malati.

In tutti questi campi e in ogni situazione in cui si debba interagire con un’interfaccia uomo-macchina, è importante che queste norme siano rispettate e – altrettanto importante – che gli strumenti funzionino correttamente anche con l’utilizzo dei dispositivi di protezione, senza rallentare o ostacolare l’esecuzione del lavoro.

Vediamo ad esempio come si comportano i touch screen capacitivi (PCAP), sempre più presenti nelle nostre attività quotidiane, con i guanti monouso in nitrile:

Ricordiamo che, come specificato dall’ISS, i guanti servono a prevenire le infezioni a patto che:

  • Non sostituiscano la corretta igiene delle mani che deve avvenire attraverso un lavaggio accurato e per almeno 60 secondi
  • Siano ricambiati ogni volta che si sporcano ed eliminati correttamente nei rifiuti indifferenziati
  • Come le mani, non vengano a contatto con bocca naso e occhi
  • Siano eliminati al termine dell’uso
  • Non siano riutilizzati

Per informazioni o qualsiasi domanda sui dispositivi e il loro funzionamento contattaci.